Associazione Sportiva Dilettantistica

Facebook Icona Fb

Esempio Icona

18 novembre 2018

Ponte Zanano vs Serle 2-0

Ponte Zanano vs Serle 2-0

SAREZZO - Il Serle non riesce nell'impresa di battere la capolista per la seconda settimana consecutiva e cade sotto i colpi di un Ponte Zanano cinico che mantiene salda la testa della classifica in solitaria in attesa della partita di recupero del Roè Volciano.

Nemmeno il tempo di prendere le misure e per il Serle la sfida si mette subito in salita: al 4' Bruni trova il gol con una punizione da posizione centrale, Zoccante intuisce il palo ma non riesce a deviare la sfera che termina in rete.
Il gol a freddo non fa ragionare il Serle che manca di lucidità soprattutto negli ultimi metri, impresa resa difficile dalla muro issato dalla difesa di casa che non lascia nessuno spiraglio all'attacco bianco blu.
È un Ponte Zanano cinico che attende la mossa degli avversari per poi colpire in contropiede. Sugli sviluppi di un calcio piazzato la squadra di casa trova anche il raddoppio: Bruni approfitta di un rimpallo favorevole e, dal vertice dell'area fa partire una conclusione che termina sotto il sette dove Zoccante non può arrivare.
Il Serle tenta la reazione ma il suo gioco rimane sterile e le uniche conclusioni sono totalmente fuori misura o poco pericolose per l'estremo difensore casalingo. Al 40' ci prova Cherubini che, solitario in area, non riesce a girare di testa il pallone nello specchio della porta.

Per raddrizzare la partita il Serle deve essere più preciso in fase realizzativa ma per farlo deve necessariamente sbilanciarsi in avanti. Il Ponte Zanano continua a chiudersi in maniera ottimale per poi cercare di sfruttare le ripartenze.
Al 14' si fa vedere il Serle in una delle poche conclusioni nello specchio della porta con Gandini che impegna l'estremo difensore di casa. Scorrono soltanto 5 minuti ed è ancora il terzino bianco blu a tentare il colpo di testa che termina di poco a lato.
La squadra di casa lascia l'iniziativa al Serle che non riesce però a scardinare o aggirare il muro difensivo del Ponte Zanano.
Prima del triplice fischio la squadra locale potrebbe dilagare ma il recupero provvidenziale di Gandini evita il terzo gol in contropiede.