Associazione Sportiva Dilettantistica

Facebook Icona Fb

Esempio Icona

24 novembre 2019

Sarezzo Calcio vs Serle 2-9

Sarezzo Calcio vs Serle 2-9

SAREZZO - Il Serle si sbarazza del Sarezzo, fanalino di coda nella classifica del girone C. Una vittoria con goleada che permette ai ragazzi di mister Zerbio di rialzare la testa dopo le prestazioni non brillanti con Collebeato e Benaco Salò cercando la continuità del gioco che invece era migliorato nella sfida infrasettimanale con il Roè Volciano.

L'approccio alla gara del Serle è devastante per il Sarezzo che si trova sotto di tre reti nei primi 4 minuti. Dopo soli 30" bel lancio di Raciti a cercare Zanardi proiettato in avanti sulla sinistra, il terzino bianco blu affronta il diretto avversario e inventa una traiettoria velenosa sulla quale interviene la difesa di casa ma, appostato in area, Ragnoli raccoglie la sfera e batte Parzani.
Al 3' Cherubini è bravo a scattare sul filo del fuorigioco, elude il recupero della difesa e trafigge Parzani per il raddoppio.
È un Serle inarrestabile quello sceso in campo questa domenica e il Sarezzo non riesce ad arginarlo. Al 4' Essoundousi parte in velocità resiste alla carica del difensore e, entrato in area viene atterrato dall'estremo difensore di casa. Il direttore di gara non può far altro che concedere la massima punizione che viene trasformata dallo stesso Essoundousi che se l'era procurata.
Quello del Serle è un assolo che non fa presagire nulla di buono per il Sarezzo che al 10' subisce anche il quarto gol: Cherubini viene cercato e trovato sulla fascia destra, l'attaccante si accentra per poi servire Gandini, appostato sul secondo palo, dove può appoggiare in rete con un sicuro sinistro.
Al 14' il Serle dilaga ancora con una bella triangolazione Ragnoli-Cherubini nel cuore del centrocampo, un fraseggio che permette ai due di aggirare la difesa e di avvicinarsi alla porta di Parzani fino a liberare Ragnoli che dal limite dell'area tenta la conclusione che termina a fil di palo dove il portiere non può arrivare.
Il Serle è dominante in ogni zona del campo e alla mezz'ora segna il sesto gol: Tonni porta palla sulla fascia destra e mette in mezzo una palla con i contagiri per la testa di Gandini, appostato ancora una volta sul secondo palo, libero di insaccare.
Al 39' è ancora Tonni a farsi vedere sulla destra ma questa volta il suo cross viene murato dalla mano larga di Guindani. Anche in questo caso il direttore di gara non ha dubbi e decide per il penalty. Sul dischetto si presenta ancora una volta Essoundousi che, con una conclusione fotocopia del primo rigore, batte per l'ennesima volta Parzani.
Prima dell'intervallo arriva anche l'ottava rete del Serle: dopo un'azione confusa la palla arriva a Cherubini che su una prima occasione si vede ribattere la conclusione dall'estremo difensore di casa ma sulla ribattuta non sbaglia.

Visto l'ampio vantaggio acquisito nella prima frazione di gioco e con la gara in completo controllo, mister Zerbio decide di dare spazio ai giovani presenti in panchina concedendo qualche minuto di riposo ai titolari che negli ultimi 15 giorni hanno giocato 5 gare.
Al 3' il Sarezzo tenta di farsi pericoloso ma Caravaggio spara alto dopo essersi inserito bene. Il Serle controlla la gara e, comprensibilmente, non spinge come nel primo tempo.
Al 16' il Sarezzo trova anche la rete: Papa dalla destra cerca e trova Caravaggio che, sul secondo palo, batte Loda infilandolo di testa.
Il Serle concede comunque pochi spazi e tenta di ripartire in velocità nonostante il campo reso pesante dalla pioggia non permetta un gioco rapido con palla a terra. Al 19' Ragnoli viene murato dal portiere di casa mentra sull'altro fronte è Loda ad opporsi di piede alla conclusione pericolosa di un avversario.
Il Serle continua a collezionare occasioni senza finalizzare fino al 39': Vivenzi vede il movimento di Cherubini e il lancio dalle retrovie arriva puntuale e preciso per l'attaccante che elude l'intervento della difesa e punisce Parzani con uno scavetto preciso e velenoso.
Prima del triplice fischio arriva anche il raddoppio del Sarezzo con una punizione deviata di Lombardi che punisce Loda infilandolo sul palo protetto dalla barriera.